silhouettemann

23
perkele vittu potut kiehuuZuletzt gesehen: letzten Monat

38345 gespielte Titel seit 18. Feb. 2010

0 Lieblingslieder | 3 Beiträge | 0 Playlisten | 450 Shouts

  • Freunde werden
  • Nachricht schreiben
  • Shout schreiben

Deine musikalische Übereinstimmung mit silhouettemann ist unbekannt

Erstelle dein eigenes Musikprofil

Kürzlich angehörte Titel

Shoutbox

  • mptsdypb

    Awesome!

    9. Apr., 10:09 Antworten
  • IlPulaster

    Eh, te credo! Anche Opal è megabella.

    22. Mär., 12:41 Antworten
  • IlPulaster

    Oh Byetone è un figo, l'ho sentito un paio d'anni fa a pochi passi da casa mia quando non sapevo nemmeno chi fosse. Minimal tutta la vita.

    21. Mär., 15:17 Antworten
  • astraldawn_

    Heilà! In realtà la conosco da un bel po' di tempo, e mi piace parecchio la sua voce. E' un peccato, perché molte delle sue canzoni le sopporto poco; le trovo un po' spezzate, discontinue, troppo sperimentalismo. Non so se mi spiego... Per questo alla fine sono rimasto fermo su Vespertine e Homogenic, che sono quelli in cui più mi ritrovo.

    20. Mär., 13:45 Antworten
  • astraldawn_

    Ciao! Grazie per la richiesta (:

    15. Mär., 15:49 Antworten
  • SchieleLovesP

    Tutto sommato sono d'accordo. Problema?

    11. Mär., 19:36 Antworten
  • mptsdypb

    Ci vieni a vedere gli Slowdive? :)

    7. Mär., 22:51 Antworten
  • IlPulaster

    Ce l'ho in lista da un po' perchè me lo stanno consigliando in moltissimi, però non saprei, con gli Have a Nice Life parto prevenuto, Deathconsciousness non mi ha mai fatto impazzire (sì, mezza bestemmia, lo so). Oh comunque speriamo che gli Slowdive riuniti si mantengano al loro livello e facciano uscire qualcosa di bello.

    5. Mär., 1:16 Antworten
  • Sinusoidal_Pain

    Ciao dude, ascolta musica bella.

    3. Mär., 12:23 Antworten
  • fordervetsinn

    Hi dude, check out my band :) DEMENTIA SENEX - metal from Italy, for fans of Gorguts, Mastodon and Cult of Luna. http://www.youtube.com/watch?v=qXKm-4AYPKA - http://thepathlesstraveledrecords.bandcamp.com/album/heartworm - www.facebook.com/dementiasenex

    25. Feb., 9:40 Antworten
  • IlPulaster

    Non saprei, ma sarebbe bello se Sky Arte passasse qualcosa anche su musicisti non propriamente "mainstream"; è probabile che mi incollerei alla TV per sempre. Let's Dance è stato uno dei primi dischi di Bowie (forse il primo proprio) che ho ascoltato quando ero ancora giovane e avevo tutta la vita davanti, etc. No cioè, mi piace, ha quel groove ottantiano che personalmente adoro, ma sono TROPPO di parte per i Talking Heads, a maggior ragione perchè Speaking In Tongues è dello stesso anno.

    21. Feb., 2:35 Antworten
  • IlPulaster

    IL MIO WEST! Film dimmerda assoluto consigliatissimo, tant'è che la casa di produzione stava fallendo per pagare gli ingaggi di Bowie e di Harvey Keitel. Geni. Comunque non sapevo, ora do un' occhiata. Che poi l'estate scorsa è uscito anche il film-documentario su John Fahey: "In Search of Blind Joe Death", però non l'ho ancora visto mannaggia.

    11. Feb., 18:32 Antworten
  • Galodien

    Ciao Mann. Abbiamo cose ben belle accomunabili, è vero. Dei Kukl ho ascoltato ambo Holidays in Europe e The Eye (che preferisco più per gusti "di genere" [o di de-genere, come li si voglia chiamare] di stampo personale che per altro).

    8. Feb., 14:41 Antworten
  • IlPulaster

    Lo vidi un bel po' di anni fa sì, anche se in quel periodo l'unica mia aspettativa possibile era "c'è Bowie, bisogna guardarlo!", di Forbidden Colours però ricordavo giusto la versione originale per piano, quella di Sylvian non mi pare di averla mai sentita, carina tra l'altro! Tornando a Bowie, Labyrinth è stato il mio film preferito per tutta l'infanzia giusto per fare un esempio, tant'è che la colonna sonora oggi come oggi mi butta pure il magone addosso. Non so perchè ma sto scrivendo come se avessi 95 anni.

    7. Feb., 13:01 Antworten
  • IlPulaster

    In realtà cercavo un compositore di stampo principalmente cinematografico, che stesse sulla falsa riga di Glass, Nyman e compagnia bella; sono capitato su Sakamoto un po' a caso. Per ora lo conosco poco, ma posso dire che è raro assistere ad una versatilità del genere, infatti voglio approfondire appena riesco. Hai mai ascoltato qualcosa di Toru Takemitsu tra l'altro? Io l'ho scovato da poco grazie alla soundtrack di "Ran", ma di base è un contemporaneo che - da quel che ho sentito - resta legato alle avanguardie novecentesche: cose del genere insomma. E questa volta spero di non aver linkato il profilo di gente storta senza motivo.

    6. Feb., 1:49 Antworten
  • Carlohunt

    Ora, Varese lo conosco abbastanza bene (anche se sono legato al periodo un po' più Stravinskyiano, ok), però posso dirti che Stockhausen ampliò ciò che Varèse, aihmè, per limiti di vita, non poté dire. Superando il maestro spirituale non so (credo di sì, toh), ma credo che l'opera di Karl non sia così compatta come quella di Varése. Come hai capito, io tendo a trattare la musica del novecento con un certo pudore per il semplice fatto che preferisco approfondirla quando avrò conoscenza più solide del passato. Pur avendo ascoltato e letto parecchi libri, sono ancora molto lontano da formulare un giudizio critico decente. Pensa che faccio fatica a capire già certa gente italiana a cavallo tra ottocento/novecento (in primis Malipiero) e Berg/Schoenberg. Già Webern lo ascolto come se fosse una poesia narrante più che musica.

    2. Feb., 23:56 Antworten
  • Carlohunt

    Non credo di avere un bagaglio conoscitivo da comprendere e capire Xenakis. Spero, negli anni, di rimediare. Certe sue cose mi hanno affascinato fin dai primi ascolti, come Voile, Metastsesusm Atam Loolkos... in generale i principi da cui parte mi interessano particolarmente. Aspetterò negli anni. La cosa bella è conosciuto Xenakis grazie ad un opera di uno sculture che viveva nel mio paese, Bozzola: Xenakis dedicò a Bozzola una serie musicale che secondo il compositore rappresentava la funzione base con cui lo sculture aveva progettato l'opera (si può parlare di serialismo in scultura? boh). Di Stockhausen apprezzo Gruppen, gli Inni e i Klavierstucke. Sono distante dal capirli, però li gradisco abbastanza. Punto di partenza fondamentale per l'elettronica...boh, sinceramente non saprei cosa dirti. So delle frequentazione tra Stockhausen e lo SMET di Torino (grazie a gente che ha assistito). Mi dissero che secondo Stockhausen, il vero padre dell'elettronica fu Varese.

    2. Feb., 23:42 Antworten
  • IlPulaster

    A giudicare dai miei ultimi ascolti direi Luke Abbott, non c'è molta scelta, anche perchè ultimamente sono preso bene con gente brutta tipo deadmau5

    2. Feb., 18:46 Antworten
  • IlPulaster

    jkòsajfdsafdjs. Quando rispondo il sabato sera tardissimo generalmente faccio danni. Il problema è che non ricordo nemmeno cosa volessi linkare.

    2. Feb., 17:06 Antworten
  • Carlohunt

    Io non ho mai capito, per dirti, il post-rock. Nel senso, quando ero metallaro ne avrò ascoltato a tonnellate, scaricando poltiglia dai blog tematici. E boh, gli Slint rimangono belli (come certe cose dei Mogwai). Mah, boh, dopo un po' mi sembrava che cercassero tutti di fare la stessa cose tutti: il sali scendi emotivamente instabile. E tutti con un linguaggio pressoché identico (faccio fatica a distinguere un brano degli Explosions in The Sky con uno dei God Is An Astronaut). Che i Sigur svettino per originalità credo sia abbastanza palese. Ma a me traspare un'idea di superficialità e focalizzata al compimento della loro visione comunque giocosa ed infantile. Che per alcuni è affascinante, per altri no. Apprezzo le cose che sono un po' più tagliate con l'accetta e via, e che danno quindi una visione precisa ed il più oggettiva possibile. Poi, oh, io non ci capisco un cazzo e provo ad argomentare con quello che penso. Se ho tempo proverò a capirle meglio, ascolterò "Von" con piacere

    2. Feb., 13:43 Antworten
  • Alle 450 Shouts

Über mich