queste non sono recensioni #1

RSS
Weiterleiten

29. Okt. 2009, 12:18

[come da titolo, queste non sono recensioni. è semplicemente ciò che emerge dagli album ai quali diamo un primo ascolto. le recensioni sono prese da rateyourmusic]

Fridge - Semaphore (1998)
Una mescolanza di post-rock (+), folktronica (=) ed elettronica (-), anche se tendente molto all'ultimo genere. L'intro ("cassette") fa sperare tutt'altro: sembra un buon post-rock elettrico e distorto, con qualche disturbo elettronico. E invece, è tutt'altro: brani pieni d'elettronica con giusto qualche arpeggio che volte sconfinano addirittura nello space-rock ("Teletexed"). Ascoltando "Chroma" verrebbe da dire che i buoni pezzi post-rock li sanno fare, ma allora perchè fermarsi così tanto sull'elettronica? è davvero così affascinante?
[+]: Cassette, Chroma.

Ten Kens - Ten Kens (2006)
Sprazzi di horror punk (più vicino ad una sorta di horror-blues) e noise-rock (soprattutto per le batterie). Riescono a risultare cupi anche nei pezzi più "divertenti".
[+] Refined, Spanish Fly, The Alternate Biker, Worthless And Oversimplified Ideas e The Whore of Revelation.

Look See Proof - Between Here and There (2008)
a nessuno ricordano i Bloc Party?
sul serio, a nessuno?
andiamo... aaaaandiamo!
mah.

Boys Of Brazil - Boys Of Brazil (EP) (2007)
prendete un brano dance-punk e fatelo incazzare: vi uscirà "Out with the night". prendete la tipica batteria dance-punk e aggiungeteci un rumoroso e ripetitivo riff di chitarra: vi verrà fuori "Never the same". prendete in giro gli ascoltatori rimanendo calmi fino agli ultimi quaranta secondi, poi velocizzate improvvisamente il pezzo, con furiose schitarrate e un testo cantato in modo violento: avrete "The plague". unite il dance-punk di sopra alla new-wave tendente un pò al dark, in quanto a suoni ed atmosfere: ed avrete "Jeanette's got e.coli". mascherate il (solito) dance-punk da garage punk ed otterrete: "Something was wrong".
Unite questi cinque, diversi, aspetti e vi apparirà sotto agli occhi un buon ep, da cinque stelle. dodici (quasi tredici) minuti spesi davvero bene.
[+]: Out With The Night, NEVER THE SAME, THE PLAGUE, Jeanette's got E.coli, Something Was Wrong: tutte insomma.

Tom Moto - Junk (2009)
1. il nome del gruppo è preso da un collega di Chinaski in Post Office di Ch.Bukowski.
2. ovviamente, i tre Post Office sono reading.
3. buona forza musicale in quasi tutti i brani.
4. la tromba non fa rumore. +1

Sidearm - Sing Cinema 16! Sing! (EP) (2008)
buon lavoro del gruppo post-hardcore che non disprezza elementi di carattere post-rock (come la pennata veloce in "moment in youth) o dance-punk (come il pattern veloce di batteria in "house away").
a volte ricordano, togliendo la voce, una versione un pò meno tecnica ma di uguale forza degli At the Drive-In.
[+]: Moment In Youth, Red Wizard 4, House Away.

Moros Eros - Jealous Me Was Killed By Curiosity (2007)
alcuni arrangiamenti sono ben fatti e, a volte, riescono a partorire belle pensate (tipo l'intro rumoroso di piano in "Safety net"; il finale di "lows and highs").
peccato per la voce da gallina del cantante, versione mal riuscita del cantante dei Bloc Party.
[+]: On My Side, Safety Net.

Speaker Gain Teardrop - particle protocol (2008)
dà valore a questo progetto, oltre al fatto di sapere costruire bene delle melodie che ti portano davanti agli occhi un bel quadro d'atmosfera, il lavoro fatto dalle batterie. A volte sono veloci, ma senza sconfinare in cose che andrebbero in disaccordo col normale sound del gruppo. Sanno dividere bene il post-rock da tutto il resto, inserendo proprio questo "tutto il resto" nel post-rock. Qualcosa all'inizio dell'album lascia a desiderare, ma da "charcoal feather" in poi, è tutto da apprezzare. Poi ovvio che KASHIWA Daisuke ci sa fare, e lo dimostra (casomai ce ne fosse bisogno) anche col remix.
[+] Colophon, charcoal feather, Abbreviation, Giving Tree, Galaksio, Colophon #02 (Kashiwa Daisuke Remix).

Pterodactyl - Pterodactyl (2007)
un incontro/scontro tra Post-punk, Noise rock, Post-hardcore ed Elettronica: strani a volte(*), rumorosi a volte (Polio; Ask me nicely; Rampage 1), altre no (Blue jay). Tra batterie non banali, chitarre fischianti e voci che urlano poco (il che è un punto a favore) sono capaci di belle pensate travestite da buoni/strani arrangiamenti (*vedi lo strano incedere di Three succeed). A tratti ricordano i Liars e quando usano l'elettronica riportano alla mente Lightning Bolt e Locust. Strano, è il termine adatto.
[+] Safe Like a Train, Three Succeed, Rampage 1, Rampage 2, Blue Jay, Astros.

Punk TV - Music For The Broken Keys (2007)
Un disco allegro, misto tra elettronica e punk. L'inizio ("a dream (within a dream)") lascia un pò a desiderare, essendo fin troppo pop. Già da Hello! raveboy però, si sente qualcosa di diverso, abbandonata la formula pop ci si muove verso un'elettronica con qualcosa di retrò, un sapore un pò 80s, una sorta di Blue Monday rivisitata. Quello che colpisce non è molto però, cioè... dopo la quinta traccia cominci ad avere dei deja-vù (tipo: "ma questo non l'avevo già ascoltato?"). Anche se, molte volte (succede con: "Appleberry lovestory" e "Subatronica") i deja-vù suonano meglio (rispetto a cose come "Armia opium" o "Vala svala"). In "Rollercoaster" la voce del cantante ricorda lontanamente quella di Dave Gahan. Insomma, tre stelle.
[+]: Hello! Raveboy, Appleberry Lovestory, Subatronica.

matryoshka - Zatracenie (2007)
post-rock made in japan, che vira molto spesso verso un trip-hop che ricorda i Massive Attack di Mezzanine (soprattutto per i crescendo tipici del gruppo; vedi: Viridian che sembra proprio una sorta di minimale Teardrop). La voce femminile fa un buon lavoro.
[+] Sink into the Sin, Viridian, Tyrant's Miniature Garden.

My Disco - Cancer (2006)
direi che minimalism ci sta benissimo: un gruppo che con poco riesce a muoverti, riesce a portare alla mente cose che - a volte - nemmeno un'orchestra al completoriesce a fare. una rumorosità e una ripetitività che nemmeno sfiorano a dar fastidio (=quasi mezza "Calling cure", "Patterns surgical", il giro di basso di "Administer a prosthetic dream" che rimane uguale anche quando la chitarra va a disturbare.)
[+]: A Marker, Calling Cure, ST., Administer A Prosthetic Dream.

Starfuckers - Sinistri (1994)
se i Massimo Volume di emidio clementi (e di un umberto palazzo che non sa cosa si è perso) coniugano i reading ad un post-rock a volte aggressivo e rumoroso, gli Starfuckers mettono insieme dei minimali racconti, a volte anche solo poche parole, e una silenziosissima no-wave.
Sicuramente, non è un album per tutti. L'ascoltatore medio toglierebbe via il cd già a "in primo luogo", ma si sa, un ascoltatore medio nemmeno c'arriverebbe ad avere sotto mano il cd degli starfuckers. La musica non c'è, i rumori sono minimi ("zentropia"), a volte solo un accordo, eppure risulta un lavoro pieno di fascino.
[+]: In Primo Luogo, Mutilati, Ordine Pubblico.

Yellow Capra - Chez Dédé (2007)
Post-rock strumentale, con tanto di sassofono che non disturba (+mezza stella) e atmosfere cupe. senza prendersi, però, troppo sul serio (basta ascoltare gli intermezzi, o leggere qualche titolo tipo "il mozzicone di morricone" o "american tafano" o ancora "porco io"). Il brano che colpisce di più è cassavettes, forse l'unico che mostra forza per tutta la sua durata, senza disprezzare gli altri. Ma anche la lunghissima "porco io" sa il fatto suo, mischiando post-rock, psichedelia e anche un bel pò di noise.
[+]: cassavetes, chez dédé, califoggia, porco io.

You.May.Die.In.The.Desert - Bears In The Yukon (2006)
brutto da dire ma hanno usato più creatività nel darsi un nome che nel costruirsi un genere. si, è math-rock. a tratti anche post-rock. ma sono fin troppo "tipici". anche se, "bears in the yukon" ha un bel lavoro sulla batteria. come accade spesso per gruppi del genere, alcuni pezzi durano davvero troppo... e questa è una cosa che (almeno) io non apprezzo, se non raramente.
[+]: Can I Get More Steel in My Monitors?, Monorails.

yodaka - Yodaka (ep)
Prendete KASHIWA Daisuke e aggiungete delle chitarre che sanno come creare un bell'ambiente e allo stesso tempo come distruggerlo, e avrete questo progetto. post-rock intriso di una composizione elettronica rumorosa (non c'è bisogno vero che vi cito l'esplosione di "blackbird"?) e sperimentale, senza, per forza, dover sconfinare nell'inascoltabile.
Miglior brano in assoluto è Blackbird che con la sua calma iniziale e l'esplosione di batteria portata fino alla fine è la sintesi perfetta di ciò che il post-rock dovrebbe essere per me. Buono anche il remix in chiave glitch.
[+]: amane, baobab, Blackbird, Blackbird (Remix).

ovviamente apprezzo se qualcuno mi fa sapere se è d'accordo o se (soprattutto) è in disaccordo. sono qui per discuterne in fondo.

http://rateyourmusic.com/~teardrop_
www.acidiviola.splinder.com

Kommentare

  • ilnometa

    Ten Kens è stato uno dei dischi che ho macinato nel 2008, assolutamente un gran disco! ;)

    2. Jan. 2010, 14:16
  • acidiviola

    le distorsioni di quel disco sono qualcosa di davvero potente :)

    5. Jan. 2010, 13:05
Alle 2 Kommentare anzeigen
Sage etwas. Melde dich bei Last.fm an oder registriere ein neues Benutzerkonto (es kostet nichts).