HYBRIDASPACE

HYBRIDA., 10, Italien
www.hybridaspace.org/Zuletzt gesehen: April 2013

1918 gespielte Titel seit 18. Mär. 2009

0 Lieblingslieder | 0 Beiträge | 3 Playlisten | 7 Shouts

  • Freunde werden
  • Nachricht schreiben
  • Shout schreiben

Deine musikalische Übereinstimmung mit HYBRIDASPACE ist unbekannt

Erstelle dein eigenes Musikprofil

Kürzlich angehörte Titel

Sun ArawDimension Alley 20. Feb. 2012
Ensemble EconomiqueMonsoon Clouds 20. Feb. 2012
Sonic BoomLonely Avenue 18. Feb. 2010
The Strange BoysNothing 18. Feb. 2010
The GoriesSmashed 21. Jan. 2010
The SpitsRip Up the Streets 21. Jan. 2010
Thee Oh SeesMeat Step Lively 21. Jan. 2010
Demon's ClawsThat Old Outlaw 21. Jan. 2010
The HunchesSame New Thing 21. Jan. 2010
Eat SkullAlarms 21. Jan. 2010
Mehr anzeigen

Shoutbox

Über mich

Il progetto Hybrida nasce nel 2003 con l'intento di sviluppare in Friuli Venezia Giulia una realtà che impostasse la propria attività intorno allo studio ed alla promozione della musica contemporanea (dall'improvvisazione al rock, dal jazz all'elettronica) e delle moderne forme di espressione artistica. Hybrida, in sei anni di intensa attività, ha intessuto rapporti con le più disparate realtà nazionali ed internazionali, favorendo la crescita culturale del territorio attraverso concerti, laboratori, conferenze e festival, e divenendo una delle realtà italiane di riferimento per gli artisti in tour. L'associazione, approfittando della posizione geografica strategica della regione e cogliendo al volo i fermenti della musica di questi anni, ha organizzato concerti per circa 350 artisti, tra cui ricordiamo Eugene Chadbourne, Spectrum, Julia Kent, Old Time Relijun, Phill Niblock, Zu, Steve Mackay, Matt Elliott, KK Null e Seijiro Murayama, Phil Minton, Acid Mother Temple. Nel 2003 organizza la prima edizione di "Correnti Sonore", rassegna dedicata all'elettronica d'avanguardia, con lavori concepiti appositamente per l'occasione; segue una seconda edizione nel 2005, che ha come protagonisti i nomi più rappresentativi della scena: Marc Behrens, Claudio Rocchetti, Otolab, John Grzinich, Seth Nehil, Domenico Sciajno, Alessandro Fogar, Paulo Raposo e Mattin. Nel 2003 nasce "The Shape Of Jazz To Come", festival che guarda alla contemporaneità del jazz con artisti di spicco internazionale: Tobias Delius, Jacko Shonderwoerd, Zu, Phil Minton, Axel Doerner, The Flying Luttenbachers e Steve MacKay. Nel 2005 su idea di Piermario Ciani e dell'associazione Hybrida prende vita la rassegna "Ibridamens - Intersezioni d'arte contemporanea", uno sguardo a 360° sul mondo dell'arte contemporanea con mostre, installazioni, concerti, performance, workshops e conferenze. La rassegna prosegue fino al 2007, e nelle sue tre edizioni ospita tra gli altri Massimo Giacon, Helmut King, Igor Prassel, Vittore Baroni, Ferruccio Giromini, Davide Grassi e Neven Korda. Hybrida inoltre dà spazio a workshop e spettacoli teatrali tra cui ricordiamo la performance del Living Theatre, “Mysteries and Smaller Pieces”, diretta da Judith Malina, e la rassegna teatrale "Riflessi Autoreggenti", in collaborazione con le associazioni Servi di Scena e Petit Soleil. Vengono organizzati inoltre cicli di proiezioni video dedicati a vari generi musicali e artisti contemporanei, tra cui la "Nova Convention" incentrata sulla figura di William S. Burroughs e il ciclo retrospettivo "Visioni Punk". Parallelamente l'associazione inizia anche a produrre delle performance elaborate in tempo reale tramite proiettori di diapositive, computer, videoproiettori e musiche nel solco dei lightshows degli anni '60 (tra le produzioni "The Old New Thing" per Udin&Jazz 2008). Queste performance ambientali cercano sempre la massima interazione con gli spazi che le ospitano: una sorta di expanded cinema improvvisato basato su un arsenale di effetti visivi che cercano di catapultare le esperienze percettive degli spettatori in una visione attiva da sogno lucido. Le proiezioni sono accompagnate da musiche precedentemente selezionate o create appositamente da Hybrida Soundsystem. Sempre nel 2008 esce anche il doppio cd "Lenghedivacje - Dieci storie alla radio, Cinque storie raccolte, Cinque storie trasformate", lavoro di ricerca sulla lingua friulana commissionato dall'Arlef che coinvolge i compositori Renato Rinaldi, Slawek Kwi, Eric La Casa, Antje Vowinckel, Weis Ward e Giuseppe Ielasi. Dal 2007 Hybrida collabora alla stesura del calendario dei festival Festintenda e Cormor Salvadi. Dal 2009 è inoltre impegnata a Radio Onde Furlane con la trasmissione musicale Hybrida Radio Show.